Terapia sessuale

Counseling

Quando si parla di consulenza (o counseling) si intende un tipo di intervento breve, che di solito viene completato nell’arco di poche sedute e che ha lo scopo di riportare uno stato di benessere sessuale in persone che non lamentano disfunzioni vere e proprie ma piuttosto notano un cambiamento e ne sono preoccupate. Che cosa fa di diverso il terapeuta quando non lavora su una disfunzione specifica ma agisce come consulente per un disagio generalizzato o per prevenirlo? Il counseling può essere definito come terapia della parola, serve a dare informazioni per migliorare la comprensione di un fatto nuovo che si sta presentando e per il quale il paziente si sente in ansia; serve a suggerire strategie di compensazione e tende a cambiare l’atteggiamento del paziente stesso migliorando la sua accettazione e l’adattamento a realtà diverse. Un esempio riguarda i cambiamenti legati all’invecchiamento, comprensibili ma non sempre ben accettati, che con un po’ di attenzione possono essere facilmente superati.

 

Terapia sessuale comportamentale

Con il termine “psicoterapia comportamentale breve focalizzata sul sintomo sessuale”, come amava definirla Helen S. Kaplan e che nel parlare comune diventa semplicemente “terapia sessuale comportamentale”, si indicano più modi di trattare un sintomo. Ma come si sceglie un tipo di intervento rispetto ad un altro? Il primo passo è quello di fare diagnosi usando gli strumenti propri della terapia sessuale comportamentale associando, quando necessario, indagini di laboratorio. Una volta che la disfunzione è stata individuata si deve decidere qual è il modo migliore per trattarla: questo dipende dalla situazione globale del paziente: l’età, lo stato di salute, la presenza di altri disagi psichici e se c’è una relazione di coppia stabile.

 

Psicoterapia comportamentale breve focalizzata sul sintomo sessuale

Il nome deriva dal fatto che si affronta un disagio psichico e ci si propone di risolverlo non attraverso l’esplorazione profonda come farebbe una psicoterapia dinamica ma individuando il comportamento disfunzionale e agendo su questo. Gli interventi specifici per la sfera sessuale derivano dall’attività pionieristica di alcuni medici, tra cui Bill Masters, Virginia Johnson e Helen S. Kaplan che, dopo aver notato che con la psicanalisi o con la psicoterapia dinamica il disturbo sessuale non migliorava, hanno tentato l’approccio comportamentale. Le tecniche sperimentate da Masters e Johnson per la desensibilizzazione, il metodo di Semans per il controllo eiaculatorio e gli esercizi di Kegel per la riabilitazione del pavimento pelvico sono tuttora strumenti fondamentali anche se oggi sono spesso prescritti in associazione alle nuove terapie farmacologiche.

Ulteriori approfondimenti alla pagina "terapia sessuale: origine e come agisce".

Ricerca nel sito

sessuolo sessuologaPer effettuare una ricerca interna a questo sito inserire la parola o il termine del quale si desiderino degli approfondimenti e premere il pulsante "Cerca".
sessuologo sessuologa

Glossario

è possibile leggere un elenco dettagliato del significato dei principali termini di sessuologia medica contenuti nel testo delle pagine di questo sito: "glossario".