Trattamento integrato

Terapia combinata

La possibilità di associare un intervento di terapia comportamentale ad un farmaco con azione diretta sulla risposta sessuale organica è diventata reale dall’inizio degli anni 90, quando sono entrati in commercio gli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5(PDE-5i): Viagra, Cialis, Levita. L’idea di poter affrontare un problema contemporaneamente sul fronte comportamentale e su quello farmacologico, però, è più vecchia di almeno una decina di anni: il razionale di un’associazione tra antidepressivi e terapia comportamentale per i problemi di desiderio oppure tra l’uso farmacoprotesi intracavernose come l’alprostadil (Caverject) e terapia comportamentale per le difficoltà erettili è stato discusso da Kaplan, Wagner e Klein molto prima che arrivassero i PDE-5i. In aggiunta ai farmaci per i problemi dell’umore e a quelli per l’erezione, oggi si dispone di farmaci per la regolazione dell’eiaculazione precoce, che sono stati ottenuti da sostanze già note. Ad esempio la dapoxetina (Priligy) è un SSRI di ultima generazione con una spiccata capacità di agire sul riflesso dell’orgasmo, cosa che la rende particolarmente indicato per curare l’eiaculazione precoce. Inoltre sono in corso studi clinici che associano alla terapia sessuale l’uso di terapie ormonali (indicate come MHT oppure HRT) costituite da varie combinazioni di estrogeni, progestinici e testosterone, oppure che contengono un farmaco di sintesi (come il tibolone). Queste soluzioni sono adatte in particolare  per i disagi che insorgono in menopausa.

 

Riabilitazione sessuale

Gli interventi di riabilitazione sono indicati per pazienti colpiti da malattie croniche o tumorali che soffrono per gli effetti della malattia e delle terapie che spesso cambiano pesantemente la qualità della vita e la sessualità. Oltre ad impiegare tutti gli strumenti già descritti, il nostro lavoro serve a facilitare la comunicazione dei sentimenti, anche se dolorosi, perché spesso sia il paziente colpito che il suo partner si chiudono ciascuno nella propria paura e nel proprio dolore quasi che si rifiutassero l’uno all’altro. La condivisione dell’osservazione e delle medicazioni necessarie per la guarigione della ferita chirurgica è una parte importante delle prescrizioni comportamentali attraverso cui la coppia condivide il percorso di accettazione della deturpazione estetica e conquista una nuova intimità da cui può scaturire una vita sessuale appagante.

 

Educazione sessuale

E’ un approccio dedicato a chi ha difficoltà nelle relazioni con gli altri, spesso si tratta di giovani che hanno avuto poche relazioni con i coetanei. Nel corso della terapia il paziente è aiutato ad ascoltare e a confrontarsi con i valori e le richieste degli altri , a riconoscere il proprio valore, a migliorare la propria autostima e la capacità di fare scelte personali. Il fine è di educare alla relazione con l’altro che è la base imprescindibile della vita di coppia.

Ricerca nel sito

sessuolo sessuologaPer effettuare una ricerca interna a questo sito inserire la parola o il termine del quale si desiderino degli approfondimenti e premere il pulsante "Cerca".
sessuologo sessuologa

Glossario

è possibile leggere un elenco dettagliato del significato dei principali termini di sessuologia medica contenuti nel testo delle pagine di questo sito: "glossario".