Privacy

DPS 2012 sulla tutela dei dati medici

I professionisti devono utilizzare i dati sensibili dei propri pazienti con la massima riservatezza e il massimo rispetto del segreto professionale.

 

Privacy

In base al Codice del Garante per la protezione dei dati personali (Autorizzazione al trattamento dei dati sensibili da parte dei liberi professionisti) il medico deve:

 

Al momento della raccolta dati

1. Informare il cliente circa i diritti che gli sono garantiti dall'articolo art. 13 del Codice (Informativa e consenso privacy);
2. Acquisire da parte del cliente il consenso scritto al trattamento dati (Informativa e consenso privacy) così come previsto dall'art. 23 del Codice.

Nel caso di minorenni o persone incapaci, il consenso deve essere richiesto a chi esercita la potestà. Per comunicare a terzi i dati è necessario un ulteriore esplicito consenso da parte dell'interessato, fati salvi i casi in cui la comunicazione è dovuta per legge.

 

Durante il trattamento

1. Adottare misure di sicurezza per rispettare l'obbligo previsto dal Codice (agli articoli 30/36) di custodire i dati personali in modo da ridurre al minimo il rischio che essi possano essere distrutti o danneggiati, o portati a conoscenza al di fuori dei casi consentiti.
2. Per chi si avvale di strumenti elettronici, tra le misure di sicurezza, è irrinunciabile l'adozione di quelle che vengono definite "misure minime di sicurezza". L'adozione delle misure minime compete solo a chi usa strumenti elettronici.

 

Alla fine del trattamento

Il Codice prevede che i dati personali possano essere conservati per un periodo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti. Perciò, terminato il trattamento, nessun dato può essere più utilizzato, fatta salva l'eventuale conservazione del documento che li contiene per scopi storici, statistici o scientifici. Anche i questo caso, soprattutto in presenza di dati sensibili, sono necessarie tutte le cautele e gli accorgimenti utili a garantirne la riservatezza. Il termine per tale conservazione non è previsto dalla normativa vigente. Si consigliano gli iscritti di conservare i documenti per cinque anni, esplicitando tale termine nell'informativa fornita al paziente. Oltre tale periodo di tempo, i documenti possono essere conservati solo se resi anonimi; diversamente, devono essere distrutti.

Per dettagli: www.privacy.it/codiceprivacy.html  e www.garanteprivacy.it


Le informazioni contenute nel seguente sito si attengono alle linee guida stabilite dall' ART. 55-56-57 del Codice di Deontologia Medica e inerenti al DLgs n.70 del 9 aprile 2003 in riferimento alla diffusione di informazioni tramite web.

Ricerca nel sito

sessuolo sessuologaPer effettuare una ricerca interna a questo sito inserire la parola o il termine del quale si desiderino degli approfondimenti e premere il pulsante "Cerca".
sessuologa firenzeBiology loves variations. Biology loves differences. Society hates it"
dr. Milton Diamond

Dr.ssa Anna Ghizzani

medico sessuologa con specializzazione in Ostetricia e Ginecologia. Studio medico in provincia di Siena e Firenze. Per contattare direttamente la dottoressa utilizzare i recapiti elencati alla pagina "contatti".

 

Il contenuto e la natura della consultazione sono strettamente riservati e tutelati dal segreto professionale (vedi "Legge sulla Privacy") e rispondono al D.Lgs n. 70 del 9 aprile 2003 sull'informazione sanitaria.

Glossario

è possibile leggere un elenco dettagliato del significato dei principali termini di sessuologia medica contenuti nel testo delle pagine di questo sito: "glossario".